Vita - Tratto da "Nutrimento per l'animo - Flussi di parole confuse" (Jennifer Di Giovine)


Da "Fantasticando"

Ben​ve​nu​ti nel ma​gi​co mon​do del pia​ne​ta Ter​ra. Preparatevi a seguire la storia che vado a raccontarvi come se mai l'aveste ascoltata, siate pronti a viverne la magia. Apparirà davanti ai vostri occhi un mondo fatato fatto di creature mitologiche e luoghi incantati. Un tempo ci fu la Terra: con le sue pianure verdeggianti, la savana ricca di vita, i deserti apparentemente desolati, i mari popolati e i ghiacciai indistruttibili. La terra era così ricca e piena di bellezze da offrire che non poteva che ospitare creature altrettanto favolose. Apparvero così gli esseri viventi ai quali era riservato il diritto di usufruire dei suoi bellissimi frutti ma a patto di rispettare il creato e prendersene cura. Col tempo l'uomo scoprì le potenzialità del favoloso mondo di cui era ospite; successivamente si rese conto anche delle proprie capacità ed iniziò a sognare. La sua mente lo portò così lontano che iniziò a guardare al mondo con sguardo differente: Terra sarebbe dovuta e potuta diventare sua. Un giorno questi si trovò davanti ad una scelta. Aveva due possibilità: continuare a rispettarla ed amarla come aveva sempre fatto oppure abbracciare la nuova strada e cercare di trarre dal pianeta tutto ciò che poteva. Indeciso sul da farsi, tentennò per qualche tempo. Paura del nuovo e voglia di dominio, dilemma che trapassava la mente come una lama. Alla fine Uomo decise di sfruttare le sue potenzialità e iniziò a depredare Terra come meglio credeva. Uomini e donne soffrirono tanto, così come animali e piante. Tutto quello che toccava il suo piede curioso, vivente o meno, fu vittima della furia assetata. Un giorno Terra si vendicò: prese l’uomo e lo rimpicciolì, intrappolandolo in una goccia di pioggia che era, in real​tà, la​cri​ma che la stes​sa Ter​ra ave​va ver​sa​to a causa di tutto il dolore che stava subendo. Uomo finì in un mondo parallelo, un mondo fatto di distruzione e desolazione. Non c’era nulla di tutto quello che da sempre conosceva: piante e tanto meno animali. E l'acqua e i mari? Pian​te e ghiac​ciai? Nul​la, la de​so​la​zio​ne as​so​lu​ta. Egli iniziò a correre impazzito in preda alla disperazione; non si vedeva nascere il sole, la luna e le stelle. Era notte fonda ed egli vagava senza volto e direzione. Sentiva di non riuscire più a fermarsi quando, improvvisamente, inciampò in qualcosa, qualcosa che emanava una luce intensa.
...
"Nutrimento per l'animo - Flussi di parole confuse". Autore: Jennifer di Giovine ©2017.
Per continuare nella lettura:
eBook e cartaceo: StreetLib Stores
Amazon cartaceo: Amazon cartaceo
Amazon eBook: Amazon eBook
Giunti al Punto cartaceo: Giunti al Punto cartaceo
Giunti al Punto eBook: Giunti al Punto eBook
eBook: La Feltrinelli
eBook: Ibs
eBook: Mondadori Store
eBook: Libreria universitaria
eBook: Google Libri
eBook: KoboBooks
eBook: Weltbild
eBook: Kobo Plus
eBook: 24symbols
eBook: Scribd
eBook: Perù eBooks
eBook: omnia BUK
eBook: Casa del Libro
eBook: El Corte Inglés
eBook: Bookrepublic

Immagine> Fonte Web

Copyright © 2014 Les Petites Folies by Di Giovine Jennifer. All rights reserved 

Commenti

Iscriviti

Iscriviti per essere aggiornato sulle ultime novità, nuove pubblicazioni, eventi, iniziative e molto altro.

Post più popolari