Translate

venerdì 5 settembre 2014

#Stopallaviolenzasuibambini

GIORNO 1
"Caro diario.
Oggi ho vinto la mia prima partita di calcio. È stato bellissimo: tutti mi urlavano bravo, bravo! La mamma ed il papà erano tra gli spalti; lei piangeva e lui mi applaudiva con fare fiero. Sono stato molto felice.
Siamo tornati a casa e abbiamo fatto una gran cena con i nonni; ho ricevuto anche tanti regali. È stata un'emozione. 
Ora, però, io sono andato nella mia cameretta per raccontarti della mia giornata ma sento mamma e papà discutere tanto. Stanno urlando.
Papà grida per un lettera che ha trovato e mamma piange disperata e dice di non saperne niente. Sento che gli grida "Ti prego calmati non ho fatto niente".
Lui le urla "BUGIARDA" con tale forza che fa tremare le mura della casa. Sento un gran tonfo e poi il silenzio.
Esco dalla mia stanza e vado a vedere cos'é successo.
Aspettami qui..."
...
...
"Eccomi.
"Cos'è successo Alex?"
"Il papá ha picchiato la mamma. Poi ha visto me ed ha tirato uno schiaffo ed un calcio anche me. Mi ha fatto male.
Mi dispiace ma non mi va più di palare.
A domani."

GIORNO 2
"É successo di nuovo a colazione. La mamma aveva preparato solo per me e non rivolgeva la parola al papá. Papá allora si é alzato e mi ha lanciato dietro la tazza del latte..."

GIORNO 4
"Ancora..."

GIORNO 7
"La mamma non si prende piú cura di me.
Passa le giornate a bere e piangere..."

GIORNO 14
"Oggi è stato il giorno peggior..."


Basta. Non ne posso piú di leggere.
Questo ero io, 7 anni fa, quando la mia famiglia mi ha tradito ed ha iniziato a picchiarmi.
Duró 4mesi.
Poi, fortunatamente, la mia santa vicina ha chiamato le forze dell'ordine.
Papá fu arrestato e mamma ricoverata.
Oggi ho 16 anni e vivo con una bellissima famiglia che mi ama.
Voglio farvi un appello: SE VEDETE UNA SITUAZIONE SIMILE A QUELLA CHE HO VISSUTO IO, NON ESITATE A CHIAMARE LE FORZE DELL'ORDINE.
SALVERETE TANTE VITE.
SE STATE VIVENDO UNA SITUAZIONE SIMILE A QUELLA CHE HO VISSUTO IO NON ESITATE A CHIEDERE AIUTO PERCHÈ ESSO ARRIVERÁ E LA TORTURA FINIRÁ, CREDETEMI!

Tante volte mi sono sentito in colpa per non aver detto niente.
Credevo fosse tutta colpa mia.
Adesso mi rendo conto che ero solo un bambino e non potevo fa nulla. 
Oggi sono un piccolo uomo che lotta contro le ingiustizie.
Ti va di lottare al mio fianco?


Ovviamente la storia non è reale ma molto verosimile.
NON RESTIAMO PIÙ A GUARDARE MA AGIAMO, PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!!
STOP ALLA VIOLENZA SUI BAMBINI!!!

Jennifer

Copyright Les Petites Folies by Di Giovine Jennifer. All rights reserved

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie mille per il tuo commento:)
Jennifer