Hai combattuto battaglie che non potevi vincere cercando di ridurre le perdite. Hai ammortizzato le tue cadute lanciandoti dai baratri della vita senza un minimo di protezione ma carico di speranze che non hanno attutito il tuo dolore. Sei finito a terra, ti sei spezzato e hai pensato di non riuscire ad andare avanti. Hai accolto con la tua innocenza positiva le bugie, i tradimenti e hai imparato a sanguinare silenziosamente cercando di non lasciare traccia della disperazione. Hai capito anche come entrare in una stanza piena di gente senza fare il minimo rumore e nascondendo al mondo intero la delusione. Hai perso la luce interiore, la strada maestra, la giusta direzione. Sei finito con il sedere a terra circa un milione di volte, ti sei sbucciato gli angoli più fragili della tua essenza e ti sei fratturato ripetutamente l'anima. Eppure sei qui, ancora in piedi. Eppure sei qui, aggrappato a quel dolce impulso vitale che non ti lascia in pace. Eppure sei qui.  Avrei voluto intitolare questo pensiero "Benedizione" per accompagnarti verso ciò che di bello può nascere dalla luce di un nuovo sole che squarcia i cieli più cupi dopo la tetra ombra che la notte lascia sui cuori sensibili, sofferenti ma finirei per irretire me stessa celando le grida, la protesta. 
Quindi mi mostro dolorosamente e senza filtri al tuo cospetto e con una banale riflessione sopperisco - un po' per egoismo e un po' per un bisogno naturale, straziante e assordante - alla necessità di accogliere quei fantasmi sgradevoli, melliflui, pesanti, stagnanti. Accolgo la sofferenza, il giudizio, la solitudine, il peso della diversità, la derisione, i fallimenti, i sogni infranti e tutti i tormenti semplicemente indossando l'armatura e senza più nascondere le cicatrici trasformandole piuttosto in feritoie dietro cui ripararsi permettendo alla pelle di resistere ad ogni futura abrasione.
.

E spero che questa mia litania possa arrivare al cuore di chi in questo momento silenziosamente ne ha bisogno.💚
.
© Jennifer Di Giovine, 2019.

Commenti

Post più popolari