LA SIMBOLOGIA NASCOSTA PRESENTE NEL ROMANZO "INTEREA - L'ATTESA DEL RISVEGLIO NELLA LUCE"


Salve visitatore!
Oggi voglio parlarti della simbologia nascosta presente nel mio romanzo "Interea - L'attesa del risveglio nella luce". Infatti, all'interno della narrazione, è possibile scorgere una serie di simbolismi nascosti che vogliono comunicare al lettore qualcosa di più profondo e ampio, talvolta differente dal significato immediatamente riconoscibile. Tutto diviene effige di qualcosa di profondamente diverso o metaforicamente molto più ampio, le cui radici trovano fondamento in un terreno estremamente ricco di messaggi. Ma andiamo con ordine, partendo da quello che è, indiscutibilmente, il primo riferimento: LA COPERTINA. Affascinante, non trovate?
È l'opera d'arte dell'artista Vittorio Di Giovine, “Luna Fragmentum” © 2017.
Cosa mi ha spinto a utilizzare questa copertina (escludendone il visibile fascino)?
Il fatto che gli elementi presenti su questo lavoro si prestavano, per una casualità (forse non) accidentale, al gioco dei simboli presenti nel mio romanzo. Analizziamone i particolari.
Evidente è l'immediato accostamento al mondo naturale che, per chi avrà voglia e interesse di leggere il libro, ritroverà nel terrificante epilogo "preludio all'attesa di una nuova vita" (citazione del testo) e che darà spiegazione anche a "Interea", questo termine astruso che appare quasi creato appositamente per essere applicato alla piccola realtà che la mia penna ha creato. "Interea" è una parola latina che viene qui intesa quale sinonimo di "attesa" (nel mentre, nel frattempo...) e che riuscirà, alla fine del testo, a spiegarsi e trovare il suo senso più ricco. Passiamo ora al riferimento che salta maggiormente all'occhio: la luna che sovrasta l'intera copertina. Nell'opera originale è la scultura di un agenda nella quale sono presenti immagini e descrizioni antiche delle fasi lunari che trovano un fertile terreno per la mia storia, grazie a questo delizioso accostamento di significati nascosti.

Link al post "IL SIMBOLISMO NUMERICO PRESENTE NEL ROMANZO "INTEREA - L'ATTESA DEL RISVEGLIO NELLA LUCE": IL NUMERO 7"

L'immagine qui presente è indicativa e si applica bene a ciò che segue.
Luna deriva dal latino lūna, da un più antico *louksna, a sua volta dalla radice indoeuropea leuk- dal significato di "luce" o "luce riflessa"; dalla stessa radice deriva anche l'avestico raoxšna ("la brillante"), e altre forme nelle lingue baltiche, slave, nell'armeno e nel tocario; paralleli semantici si possono trovare nel sanscrito chandramā ("luna", considerata come una divinità) e nel greco σελήνη selḗnē (da σέλας sélas, "brillio", "splendore"), esempi che mantengono il significato di "lucente", sebbene siano di diversi etimi[fonte]. Dare una spiegazione scientifica alla luna, intesa come satellite naturale, corrisponderebbe a una ricerca forzata e un allontanamento dal percorso simbolico che sto affrontando insieme a te. Voglio soffermare la tua attenzione sulla luna quale emblema di messaggi profondi. Nella simbologia la Luna è, con il Sole, il più importante degli astri e viene vista prevalentemente come figura femminile legata a concetti quali donna, acqua, fertilità, morte, rinascita, notte e di un eterno ritorno, un simbolo di processi ciclici. La luna rappresenta un inizio passivo perché, non avendo luce propria, riflette quella del Sole: ed è proprio questo il punto che voglio analizzare, questo dualismo contrastante che vede i due corpi divenire uno antitesi dell'altro (e viceversa). La luna è divenire, il mutare e il suo sorgere corrisponde a una metaforica morte alla quale segue una rinascita, un'ambivalenza che va a caratterizzare proprio il rapporto tra la vita e la morte. Molte sono le mitologie e culti legati alla luna; vediamo insieme alcuni interessanti esempi:

  • Ecate: dea della terra associata al mondo dei morti, spesso raffigurata con delle torce nella mano per la sua capacità di accompagnare i vivi nel regno dei morti "colei che ha tre volti", veniva collegata alle fasi lunari: luna giovane, luna piena, luna oscura o nuova; 
  • Taoismo: la luna è yin, ci si riferisce a lei come "l'occhio che brilla nel buio", è il simbolo di una visione illuminata di natura spirituale e illuminata;
  • Egizi: la luna è spesso legata a Iside, conosciuta anche come la Regina dei Cieli, una creatrice cosmica;
  • Nativi americani: Grande donna (o Vecchia) raggiante della luna, lei è eterna e veglia sempre sui suoi figli ovvero la creazione intera conoscendo tutto ciò che accade;
  • Esbat: le celebrazioni rivolte alle fasi lunari, alla Luna e quindi alla Dea e attraverso lei alla femminilità; 

Il romanzo trova un'ottima base in tre concetti importanti:
  1. Dualismo Sole/Luna;
  2. Concetti di morte e rinascita;
  3. Karma: la luna è un simbolo di vita, costante evoluzione. La vita si muove in termini non-lineari e, in questa cerchio continuo, rientra il concetto di karma: la luna nelle sue fasi, ci ricorda questo tipo di infinito processo di riciclo e rigenerazione
Analizziamo dettagliatamente i tre punti:
  • DUALISMO SOLE/LUNA: 
«Ore sette e quindici di un pigro venerdì di dicembre. Suona la sveglia del sole appisolato che, dopo una lunga nottata di riposo, è pronto a riempire i cieli del nuovo giorno. Come spinta da un acceleratore, la luce si propaga per le strade della città insinuandosi in ogni angolo e facendo brillare il mare, mosso da una leggera brezza mattutina. Il cielo si schiarisce e si fa di un celeste intenso nonostante la luna ancora non decida di andare a dormire per lasciare il posto alla stella più brillante. Incredibile è la natura: gli occhi godono davanti a questo spettacolo solo in apparenza quotidiano e ogni giorno diverso. I polmoni si riempiono e il cuore sorride onorato dal privilegio di po​ter vive​re an​co​ra tan​ta bel​lez​za. Guar​do fuo​ri dal​la finestra e vedo sole e luna vicini, contrapposti, tanto diversi e magnifici allo stesso tempo. Un dualismo che caratterizza anche il mio animo: proprio come nel cielo, anche il mio cuore si sente costantemente illuminato da un sole e oscurato da una luna. Due bambini dispettosi che giocano una partita a carte: scon​tro sen​za ini​zio né fine. Sono pron​to.» (INTEREA, CAPITOLO I)
Ethan, il protagonista del romanzo, appare fin da subito quasi "bipolare", a causa del male che lo tormenta sin da bambino, da un assurdo incontro con una donna che, da subito, è rintracciabile all'interno della narrazione e che corrisponderà a quella parte femminile simbolo di rinascita accostabile alla luna. Ethan diviene simbolo attivo del Sole e la figura femminile il cui nome verrà rivelato a metà della storia, è simbolo passivo della Luna, morte e rigenerazione.
  • CONCETTI DI MORTE E RINASCITA: 
La luce è immagine della luminosità e le tenebre ritratto dell’oscurità. Tale contrapposizione è radicata all'interno delle nostre consapevolezze tanto da divenirne insita all'uomo stesso. Sarà capitato a tutti di essere tranquil​li nel​l'en​tra​re in una stan​za illu​mi​na​ta con la pace nel cuore ma, al tempo stesso, finire terrorizzati per quello che si potrebbe celare nella zona d’ombra creata da una porta socchiusa, un mobile accostato al muro e, per as​sur​do, dal​la no​stra stes​sa om​bra che, in controluce, si riflette sulle nitide pareti fino a poco prima immacolate e prive di segni. Così come quell'ombra, formata dal nostro corpo frapposto tra il fascio luminoso e la parete sulla quale esso va a riflettersi, appare minacciosa nonostante sia semplicemente partorita dalla nostra figura anche il cammino dell’uomo – del quale purtroppo non conosciamo ancora con precisione la destinazione finale – altro non è che un riflesso filtrato delle azioni che l’individuo ha com​piu​to lun​go la pro​pria esi​sten​za. Ogni de​cisione, azione e parola, darà vita a una serie di conseguenze determinanti nella definizione dell’andamento e della direzione del nostro percorso il quale, inevitabilmente, sarà determinato da una battuta finale d’arresto preludio a una nuova vita per la quale si ha una dolce speranza: quella dell’essere immersa nella luce. (PREFAZIONE DELL'AUTORE)
 «Con la luce mi addormento. Nel ​ la luce, il risveglio mio attendo…» (SINOSSI)
Metafore di significati ampi che verranno spiegati.

  • KARMA: 
 L’idea di trattare un argomento tanto intricato e vasto è nata scrivendo, guidata dal flusso della parola interiore che, con tono solenne, stava narrando i vari accadimenti che mi hanno visto protagonista lungo il corso della mia vita nel tentativo di dare comprensione personale a questa forza vitale che investe l’umano. Tale voce si è lasciata guidare dalla concezione che “tutti i nodi finiranno per veni​re al pet​ti​ne.” Anche se qualche volta potranno causare sofferenza alla persona che sta pettinando i capelli (vogliamo chiamarlo Karma?) essi verranno, per forza di cose, con l’essere sbrogliati. E’ qui che s’inserisce la rappresentazione di una nuova vita fatta di luce e la necessità di fare attenzione alle decisioni che prendiamo lungo il cammino poiché queste saranno determinanti. Tale approfondimento non si collega a un discorso generico relativo a una “forza maggiore” che guida le nostre esistenze ma a ciò che avviene all'interno dell’uomo il quale, si spera con saggezza e profondità d’animo, si trova costantemente sottoposto a bivi per i quali è obbligato a prendere una decisione. È un invito a fare attenzione non solo a ciò che ci circonda e alle persone che fanno parte della nostra realtà ma anche, e soprattutto, a ciò che è celato nel no​stro cuo​re. (PREFAZIONE DELL'AUTORE)

SIGNIFICATO SIMBOLICO DELLA LUNA CHE È POSSIBILE ACCOSTARE A ELEMENTI PRESENTI NEL TESTO: 
  1. Magia, elemento presente nella narrazione;
  2. Purezza, propria di quel bipolarismo che caratterizza il protagonista;
  3. Sogni, «Lo stesso solito incubo, l'ennesimo suo.» (CAPITOLO I)
  4. Ombra, «[...] mi ha concesso di individuare l’ombra nera che ti circonda, un’ombra femminile.» (CAPITOLO XV)
  5. Mistero, che è possibile individuare dall'inizio del racconto;
  6. Influenza, evidente, pressante e presente nella vita del protagonista;
  7. Eternità, fattore che si ripete con prepotenza; 
  8. Fecondità, elemento presente nella narrazione;
  9. Intuizione, propria della figura femminile di riferimento;
  10. Misticismo, rintracciabile verso la fine del romanzo;
  11. Sensualità, che farà il suo ingresso con la definizione della figura femminile;
  12. Cicli / Ora, che spiegheranno l'intera narrazione ("Interea, l'attesa del risveglio nella luce" è solo la prima parte della storia);
  13. Luce Divina, elemento presente nella narrazione;
  14. Energia Sottile, propria "dell'universo" narrato;
  15. Femminile, agente attivo/passivo della vicenda;
  16. Potenza, elemento presente nella narrazione;
  17. Forza Sottile, elemento presente nella narrazione in vari aspetti
Come ultimo elemento voglio analizzare la posizione della luna raffigurata:

Luna calante: indica la “discesa”. Dopo essere arrivata al proprio culmine con il plenilunio, la luna inizia a calare. Lascia andare buona parte della luce e inizia a avvicinarsi nuovamente al sole. La simbologia della luna calante ci invita ad abbandonare ciò che è vecchio e ormai logoro. Non a caso si parla di luna anziana, luna alchemica, luna che introduce ai Misteri. Ci ricorda che è il tempo adatto per tornare a casa, è tempo di radicarsi. Le energie iniziano a calare, parte la fase introspettiva. (fonte)

 "Un invito all’introspezione volto a scoprire quel lato più profondo della nostra essenza e all’ascolto di ciò che è celato nel nostro cuore." (COMUNICATO STAMPA E SPIEGAZIONE INTEREA: LINK)
 TRATTO DA "RINGRAZIAMENTI" FINALI DEL LIBRO:
Con non poco timore Ethan e [...], il mio sole e la mia luna, sono usciti fuori dalle pagine consunte per seguire il filo conduttore che caratterizza i miei scritti. Un'unica essenza, fatta di bene e male contrapposti, che vuole spingere l'uomo a riflettere sulla sua interiorità e su quanto questa possa essere costituita da frammenti di colori vivaci la cui tridimensionalità è necessariamente delineata da pennellate di nero che vanno a costituire la gamma delle tonalità dell'animo umano.
Copyright 2017 ©
Les Petites Folies by
Di Giovine Jennifer.
All rights reserved.






















ALCUNE IMMAGINI E DEFINIZIONI SONO TRATTE DAL WEB

Commenti

Post più popolari